Ecco dove trovare il miglior Trattamento antitarlo vicino Castel Sant’Angelo a Roma

Ecco dove trovare il miglior Trattamento antitarlo vicino Castel Sant’Angelo a Roma

Settembre 15, 2021 Off Di editor

Cos’è il tarlo?

Il tarlo si riferisce alle larve di qualsiasi coleottero legnoso, piuttosto che a una specie particolare. I più comuni sono il Common Furniture Beetle ( Anobium punctatum ), il Deathwatch Beetle ( Xestobium rufuvillosum ), House Longhorn Beetle ( Hylotrupes bajulus ) e Powderpost Beetle ( Lyctus brunneus ). Tutti invadono e consumano il legno, per poi andarsene quando hanno raggiunto la maturità.

Come faccio a sapere se la mia proprietà è interessata?

La tua falegnameria potrebbe ospitare tarli senza che tu lo sappia. Il legno può essere infettato da uova o larve senza che si notino e potresti non scoprire un’infestazione da tarli per diversi anni. È un malinteso comune che il tarlo colpisca solo le vecchie proprietà, infatti può causare danni agli edifici di nuova costruzione.

I segni rivelatori del tarlo includono:

  • Piccoli fori rotondi nella tua lavorazione del legno, simili ai fori in un bersaglio per le freccette.
  • Polvere fine e polverosa attorno a questi fori (questo è noto come frass ).
  • Bordi friabili a tavole e travetti.
  • Coleotteri adulti che emergono dai fori o che sono presenti intorno alla casa.

Anche se non riesci a vedere alcun buco, potresti anche trovare escrementi che fuoriescono dal retro o dalla parte inferiore dei vecchi mobili. Ancora una volta questo suggerisce il tarlo attivo.

Tuttavia, non tutti questi segnali di attività sono motivo di preoccupazione. Fori e frammenti potrebbero semplicemente indicare una precedente infestazione da tarli, da tempo dormiente. I seguenti suggerimenti ti aiutano a confermare se hai un problema serio e attuale :

Non tutti i tarli sono dannosi: consulta un entomologo professionista per identificare il tarlo prima di decidere sul trattamento.

I coleotteri adulti sono responsabili della perforazione dei buchi quando escono dal legno per riprodursi. Questo accade tra maggio e settembre, quindi una buona idea è quella di tappare i buchi durante l’inverno dipingendo con una mano di emulsione o applicando del nastro adesivo. In primavera, puoi controllare se sono emersi coleotteri e quindi determinare se hai tarli attivi nel tuo legname.

Prova l’umidità della tua lavorazione del legno usando un misuratore di umidità del legno. Questi costano circa € 50 ma puoi noleggiarne uno da un negozio di ferramenta. Inserisci la sonda e otterrai una lettura istantanea del contenuto di umidità. Un contenuto di umidità del 20% sarebbe motivo di preoccupazione. Il tarlo preferisce il legno con un contenuto di umidità superiore al 18%, sebbene possa tollerare un contenuto di umidità fino al 12% per brevi periodi.

Trattamento antitarlo vicino Castel Sant’Angelo a Roma

Se anche tu hai bisogno di un buon Trattamento antitarlo vicino Castel Sant’Angelo a Roma, rivolgiti all’azienda di restauro e falegnameria di Giglio Angelo. Troverai i professionisti migliori pronti a prendersi cura dei tuoi immobili sotto ogni aspetto.